Fattura elettronica - Informazione Vs Confusione

By Basilio Speziale at novembre 03, 2018 22.11
Filed Under: Blog, Tecnologie, Fattura elettronica

A partire da primo Gennaio 2019 tutte le fatture tra privati, persone fisiche e giuridiche residenti sul territorio, dovranno essere emesse in formato elettronico. Questo nuovo formato documentale dovrà essere inviato tramite il “Sistema di Interscambio (SDI)” e sempre tramite tale sistema riceveremo le fatture a noi destinate.

Anche se questo sistema è di fatto in vigore da diversi anni, per quanto riguarda i rapporti con le pubbliche amministrazioni, come era prevedibile molti operatori economici (le partite iva come ai media piace chiamarci) sono più confusi che persuasi sul come operare. In più ci si aggiunge la spregiudicatezza di alcuni venditori che vanno in giro a raccontare mezze verità con lo scopo di accaparrarsi la loro parte di quel business inevitabilmente indotto da questa “complicazione digitale”.

Vediamo in maniera sempliciotta quali sono gli attori in questa storia

  • Il soggetto emittente. Questo è il soggetto che emette la fattura ossia il fornitore del bene o del servizio.
  • Il Cessionario. In parole più comprensibili altri non è che il cliente ossia colui al quale il documento è destinato.
  • La fattura in formato elettronico. Si tratta del file contenete le informazioni del documento emesso in uno specifico formato normato per legge e “scritto” in linguaggio XML. Quindi niente pdf e roba simile il formato è preciso e definito in ogni sua parte ed uguale per tutti.
  • Il Sistema di Interscambio SDI. Si tratta di un sistema di comunicazione sviluppato da Sogei per conto di Agenzia delle Entrate e da questi gestito. SDI è l'unico sistema delegato a ricevere e spedire le fatture elettroniche ossia la vostra fattura elettronica dovrà essere inviata ad SDI il quale eseguite le opportune verifiche la girerà al destinatario.
  • Intermediario. Nell’interazione con il Sistema di Interscambio, l’Intermediario è colui che invia o riceve i file Fattura elettronica per conto dell’operatore economico e/o dell’Amministrazione pubblica. Quindi l'intermediario è qualcuno che per vostro conto invia e/o riceve le fatture elettroniche al e dal Sistema di interscambio.

Quindi di fatto per comunicare con SDI avete due modi:

  • il primo è direttamente tramite uno dei canali da questi messo a disposizione, nella maggior parte dei casi questo canale è la posta elettronica certificata.
  • Il secondo e di affidarvi ad un intermediario pagando a questi un canone per l'espletamento del servizio. In questo caso invierete i vostri file all'intermediario il qale provvederà ad inviarli al Sistema di Interscambio tramite i propri sistemi informatici.

Per concludete queste brevi note vi invito a documentarvi direttamente alla fonte ossia piuttosto che dare retta a chi aspira a vendere i frigoriferi ai pinguini del polo sud, incominciare a documentarsi con il leggere la documentazione pubblicata sul sito di agenzia delle entrate all'indirizzo.


https://assistenza.agenziaentrate.gov.it/FatturazioneUIKIT/KanaFattElettr.asp?St=263,E=0000000000079631965,K=3192,Sxi=15,t=homeSezione.tem,VARSET_FolderSezione=277,ts=FatturazioneUIKIT

Scontrino di Cortesia per MICC POS

By Basilio Speziale at agosto 04, 2018 17.33
Filed Under: Blog, MICC POS Touch Screen, Sette - Gestionale, Nuove funzioni

Lo scontrino di cortesia o scontrino regalo è uno scontrino NON fiscale che non riporta il prezzo della merce venduta, ma è caratterizzato solamente da: data, ora, numero progressivo identificativo e dai dati identificativi dell'emittente. Pur non avendo ovviamente una validità fiscale (va sempre e comunque accompagnato dallo scontrino fiscale) viene utilizzato come prova di acquisto nel caso il cliente voglia cambiare la merce acquistata.
Viene prevalentemente utilizzato quando si sta acquistando un regalo, e si vuole dare la possibilità al destinatario del regalo stesso di cambiare il prodotto qualora lo voglia senza per questo svelare il reale prezzo di acquisto.

Per abilitare la stampa dello scontrino di cortesia in MICC POS è sufficiente abilitare la funzione tramite l'apposito pulsante in alto a destra. Quando questa funzionalità è attiva, alla chiusura del conto verranno stampati in sequenza prima lo scontrino fiscale seguito dallo scontrino di cortesia.


 

La stessa funzione con qualche limitazione è disponibile nell'interfaccia di vendita al banco di SETTE. Allo stesso odo come è possibile inviare al registratore di a cassa la ristampa fiscale dell'ultimo scontrino è adesso possibile richiedere la stampa dello scontrino di cortesia.
Link :http://blog.speziale.it/post/Ristampa-scontrino-fiscale-ultima-vendita-al-banco.aspx
A differenza di MICC POS in questo caso lo scontrino di cortesia può essere richiesto olo dopo aver stampato il fiscale.


Nota:Funzionalità disponibile dalla versione 4.4 in poi

Il Casco può salvarti la vita

By Basilio Speziale at settembre 27, 2015 20.51
Filed Under: Blog

Su questa affermazione in genere siamo tutti d'accordo, ma poi nei fatti quando si sale in moto o sullo scuoter ci si ricorda di questo ?.

Perché oggi invece di parlare di nuove funzionalità di SETTE tiro fuori questo argomento, il luglio scorso mio malgrado sono stato coinvolto in un incidente stradale con la mia moto, un auto in fase di sorpasso, su una strada con linea continua e quindi divieto assoluto di sorpasso, "non mi ha visto" e come risultato mi ha sbattuto rovinosamente sull'asfalto riportando un bel po di fratture e battendo violentemente il capo. Indossando un caso omologato e soprattutto ben allacciato nell'urto questi ha svolto egregiamente la funzione per la quale è stato progettato rompendosi lui in cambio della mia testa.

 

Perché vi racconto tutto questo, semplice perché non posso fare a meno di pensare a tutte quelle persone che si mettono alla guida di un mezzo a due ruote con uno "scolapasta" in testa, o ancora peggio con il casco male allacciato o non allacciato per nulla magari motivando la cosa con "mi da fastidio". Nello specifico se il mio casco non fosse stato ben allacciato nell'impatto avrebbe seguito le leggi della fisica che regolamentano il moto saltando via dalla mia testa e continuando il suo moto in avanti. Il risultato finale sarebbe stato un violento trauma cranico ed un casco rotolato a qualche centinaio di metri più avanti magari senza manco un graffio.

Sul motivo per il quale molte persone non allacciano il casco io mi sono fatto una mia strampalata idea, non è tanto una sfida alle leggi o alle autorità ma quanto una smisurata fiducia nelle proprie capacità di "pilota" infatti quando questi pensano alla possibilità di un incidente o sentono di un incidente altrui, nella loro testa scatta scatta la seguente affermazione "lui ha avuto l'incidente perché imbranato e non sa guidare il mezzo a me che sono infinitamente più furbo e bravissimo come pilota non può in nessun caso succedere".

A questa certezza vorrei controbattere con una perla di cultura popolare, "in strada devi principalmente stare attento che qualcuno non ti ammazzi".

 

Fattura elettronica verso la pubblica amministrazione

By Basilio Speziale at novembre 15, 2014 19.03
Filed Under: Blog, Fattura elettronica

Con le ultime disposizioni di legge è stata resa obbligatoria l’emissione della fattura elettronica nei confronti delle Amministrazioni pubbliche, e la trasmissione della stessa tramite il “Sistema d'Interscambio” (SdI) delle Pubbliche Amministrazioni.
Le date di entrata in vigore dell'obligo sono:

  • 6 Giugno 2014: obbligo di fatturazione elettronica verso Ministeri, Agenzie Fiscali, Enti Nazionali di previdenza e assistenza.
  • 31 marzo 2015: obbligo di fatturazione elettronica verso tutte le altre PA.

Vediamo di capire come è fatto e quali sono le caratteristiche di questo nuovo documento:

  • il contenuto è rappresentato, in un file XML (eXtensible Markup Language), secondo uno specifico formato disponibile presso l'aggenzia delle entrate. Questo formato è l' unico accettato dal Sistema di Interscambio al quale questi và inviato.

  • l'autenticità dell'origine e l'integrità del contenuto sono garantite tramite l'apposizione della firma elettronica qualificata di chi emette la fattura,

  • la trasmissione è vincolata alla presenza del codice identificativo univoco dell'ufficio destinatario della fattura riportato nell'indice delle Pubbliche Amministrazioni.

Ma cos'è questo file XML, in molti pensano che si tratti di una sorta di pdf infatti la domanda che sento più spesso è proprio: ma non posso madarla in pdf. Ovviamente non è così, il file XML contente la fattura elettronica è un “semplice” file di testo strutturato con dei tag (o etichette) nel quale sono riportati in dettaglio ed in formato testule, tutti i dati che costituiscono la fattura vera e propria. Per intenderci un file xml è molto simile nella modalità di strutturazione delle informazioni al più conosciuto formato html sul quale sono basete le pagine presenti sul web. In realtà XML non è una novità ma è una metodologia di rappresentazione dei dati già in giro da tanoto tempo, giusto come curiosità considerate che il sicuramente più conoscito “linguaggio html” in realtà e uno specifico dialetto della più vasta galassia XML.

Cos'è il Sistema di Interscambio (SdI)

Il Sistema di Interscambio, gestito dall'Agenzia delle Entrate, è un sistema informatico in grado di:

  • ricevere le fatture sotto forma di file con le caratteristiche della FatturaPA,

  • effettuare controlli sui file ricevuti,

  • inoltrare le fatture alle Amministrazioni destinatarie.

E' importante tenere sempre presente che questi non ha alcun ruolo amministrativo e non assolve compiti relativi all’archiviazione e conservazione dei docmenti.
L'mmagine che segue è una rappresentazione del flusso seguito dalla fatturazione elettronica attraverso il Sistema di Interscambio: 

il Sistema di Interscambio effettua su ogni file XML FatturaPA dei controlli formali necessari per garantire il corretto inoltro al destinatario. Per evitare spiacevoli sorprese nell'inoltro definitivo della fattura è possibile sottoporre il file al sito dell'Aggenzia delle Entrate per un controllo formale preventivo del suo contenuto. Per farlo basta caricare il file sulla seguente pagina http://sdi.fatturapa.gov.it

Si ricordi che il controllo e sulla sintassi del documento ossia sul rispetto delle regole imposte dal formato e non sulla semantica del suo contenuto.

Benvenuti

By Basilio Speziale at novembre 01, 2009 20.57
Filed Under: Blog

Benvenuti

L'obiettivo di questo blog è di fornire informazioni sui prodotti software da me realizzati e di tenere aggiornati gli utenti sulle evoluzioni dei vari progetti e sulle problematiche connesse.

 

 

Basilio Speziale

Laureato in Scienze dell'Informazione presso l'università degli studi di Bari nel 1989, nonchè perito in elettronica industriale.